ArcieriUnion06020


Vai ai contenuti

le origini

il palio delle contrade



La storia del Palio Remiero

Oggi come un tempo Cavallino-Treporti, con i suoi piccoli centri abitati, ci racconta la storia di un’azzeccatissima combinazione acqua-remi. Al sorgere del sole, i ghebi e i canali della laguna si riempivano delle caorline colme di ortaggi e frutta di vario genere, pronti per raggiungere l’Erbaria (il mercato delle erbe) a Rialto. Era questo il nostro mondo, e che mondo!
In particolare, il Palio si rifà alla concorrenza tra ortolani, che finiva per sfociare in una vera e propria gara per occupare i posti migliori all’Erbaria di Rialto, dove i contadini si recavano per poter vendere i prodotti della propria terra. Per i “Paesi d’acqua” di Cavallino-Treporti, fino a mezzo secolo fa i canali erano importanti come lo sono adesso le strade, e quindi la barca non poteva che essere il mezzo più usato. Non per niente i campi più importanti erano considerati quelli vicini alla laguna, in modo da essere più facilmente raggiungibili. Erano tempi, questi, in cui “il remo era la vita”: Cavallino e Treporti ne sanno qualcosa, dal momento in cui hanno dato alla voga veneta dei grandi campioni (vedi Giorgio Nardin “Lupo”, Rino Enzo Capon e Ferdinando Smerghetto).
Degna di nota è sicuramente una regata che ebbe luogo a Cavallino l’11 settembre 1948, durante festeggiamenti per l’inaugurazione del Monumento ai caduti delle guerre. Quel giorno c’erano il Sindaco di Venezia, Giobatta Gianquinto, e altri rappresentanti. Evidentemente la gara di caorline, inusuale agli occhi dei Veneziani, deve essere loro piaciuta davvero, tanto che non esitarono a inserirla nel programma della Regata Storica tre anni dopo, nel ’51. Neanche a dirlo, quel giorno nel Canal Grande fu la caorlina di Cavallino a vincere, seguita a ruota da Lio Piccolo e Treporti, che negli anni successivi collezionarono dei successi non da poco. Andando avanti nel tempo, alla fine degli anni ’70, a Punta Sabbioni venne organizzata per alcuni anni di seguito una regata di caorline. Oggi, col Palio Remiero ci tornano alla memoria tutti quegli uomini, che oggi i più fortunati sono padri e, perchè no, magari anche nonni! Ma, oltre a loro, c’erano dei grandi campioni della voga veneta, che tra gli anni ’30 e gli anni ’60 collezionarono una lunga sfilza di successi in tutte le regate veneziane, più o meno importanti. Ma non solo: l’associazione “Palio Remiero delle Contrade” si interessa anche di promuovere l’ambiente lagunare e le nostre tradizioni, e a quanto pare deve riscuotere un grande interesse, tra i locali ma non solo. L’idea del Palio è nata dall’accordo tra la “Società Remiera Cavallino” e la “Società Canottieri Treporti”, trovando fin dall’inizio grande entusiasmo da parte degli abitanti del Litorale.


Home Page | la societa' | i contatti | link utili | i corsi | inviti gare e classifiche | ori argenti bronzi | il palio delle contrade | il torneo della rondella | foto e filmati | ferri e frecce spuntate | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu